SENZA TITOLO 3, DI E CON ELEONORA DANCO, GIARDINI DELLA FILARMONICA ROMANA, 31 LUGLIO 2012. Recensione di Patrizia Vincenzoni

Senza Titolo 3: rinascere dal teatro

(giovedì 9 agosto 2012)

Senza Titolo 3: in scena Eleonora Danco, alla ricerca di un teatro generativo. Un attraversamento delle zone oscure della vita, tra dramma e comicità. Di Patrizia Vincenzoni.
“Senza Titolo 3” , l’inedito di Eleonora Danco, andato in scena in anteprima ai Giardini della Filarmonica di Roma, intreccia tre racconti teatrali in un crescendo di fisicità, filo comune di tutta l’opera di questa intensa attrice. La sua proposta è proprio di un teatro fisico, non solo nel senso della definizione che denota e specifica, ma come idea e percezione di noi stessi coniugata con quello visto e sentito.Il quadro iniziale presenta ragazze in bikini sedute e sdraiate sul palcoscenico, lo sguardo di ognuna di loro riproduce una fissita’ interrotta solo dal gesto della sigaretta portata alle labbra. Le canzoni di Peppino Di Capri fanno da colonna sonora e l’insieme produce un effetto straniante, che fissa ancora di più quel femminile in un ruolo passivo e compiacente. L’entrata in scena della Danco sembra essere una rottura con la situazione iniziale e nello stesso tempo una continuazione per permettere alla vitalità di riprendere il suo scorrere. L’arrancare dell’attrice, strisciando, alla ricerca di una posizione sul palco, appare quasi come un percorso di nascita.
Annunci

~ di eleonoradanco su settembre 5, 2012.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: